MENU

TÜV NORD Italia certifica EICMA 2021 secondo lo standard ISO 20121

EICMA 2021, Esposizione Internazionale delle due ruote, è ancora il primo evento fieristico al mondo del suo settore ad essere certificato ISO 20121, lo standard internazionale per la gestione sostenibile degli eventi.

EICMA 2021, Esposizione Internazionale delle due ruote, è ancora il primo evento fieristico al mondo del suo settore ad essere certificato ISO 20121, lo standard internazionale per la gestione sostenibile degli eventi.

Dopo il riconoscimento ottenuto nel 2019, la 78° Edizione di EICMA, che si è tenuta in Fiera Milano Rho dal 23 al 28 novembre, ha conseguito nuovamente questa importante certificazione per la sostenibilità economica, ambientale e sociale dell’evento.

Il percorso verso l’ottenimento della certificazione ha analizzato le caratteristiche di impatto nella progettazione e organizzazione dell’evento, il coinvolgimento di tutti gli stakeholder (visitatori, fornitori, espositori, operatori e media), la promozione di buone pratiche e comportamenti prima, durante e dopo l’evento.

La gestione sostenibile riguarda anche l’efficienza energetica, la salute e la sicurezza dei lavoratori coinvolti nell’organizzazione, l’accessibilità delle persone con disabilità e la lotta allo spreco alimentare con la raccolta delle eccedenze prodotte durante l’evento. Si va dai contenitori per la raccolta differenziata al divieto di gettare i mozziconi di sigaretta a terra, fino ad arrivare ai suggerimenti per raggiungere il quartiere espositivo di Fiera Milano Rho in modo green.

Durante la consegna del certificato il Managing Director TÜV NORD Italia Stefano Porelli ha avuto modo di congratularsi per il risultato conseguito, sottolineando che “rappresenta la volontà di perseguire obiettivi di sostenibilità e l’evidenza del percorso di innovazione e miglioramento continuo di questo importante appuntamento fieristico”.

Per maggiori informazioni si rimanda alla sezione sostenibilità del sito web EICMA.

Intervista al Presidente EICMA Pietro Meda (VIDEO).

Share this page